WORKSHOP: La maschera neutra


condotto da Giulio Federico Janni

 

QUANDO

26, 27, 28 ottobre 2018

ORARI

venerdì 26 ottobre 20.00-23.00

sabato 27 ottobre 10.00-13.00, 14.00-18.00

domenica 28 ottobre 10.00-13.00, 14.00-18.00

COSTI

120 euro (più 20 euro quota di iscrizione per chi non fosse già iscritto ad Emit Flesti)

NUMERO MINIMO

8 iscritti

DOVE 

Bottega delle Arti,

Passaggio Teatro Osele di via Suffragio 53 - Trento

A CHI SI RIVOLGE

attori, performers, danzatori, registi e chiunque voglia approfondire l'espressione corporea

ISCRIZIONI

info@emitflesti.it - 349 7515507 - 329 5858241

  

 

La Maschera Neutra è la prima maschera: quella che permetterà di indossare tutte le altre. E’ uno strumento pedagogico utile ad approfondire l'espressione del corpo. La maschera neutra ci spoglia, esclude il nostro viso, la parola e il gioco psicologico dello sguardo a favore del gesto del corpo che può essere così sentito in maniera davvero consapevole.

Indossando una maschera neutra, ci priviamo di quel mezzo di comunicazione privilegiato, come l'espressione del volto, costringendoci a prestare maggiore attenzione al resto del corpo come veicolo di comunicazione.

La maschera neutra permette di lavorare su ciò che c’è di universale in ognuno di noi. È quindi un lavoro sull’essere umano che, prima di essere portatore di una storia o di un personaggio, è portatore di una presenza.

 

Giulio Federico Janni

Nato a Roma, si è diplomato presso la Scuola di Teatro di Bologna diretta da Alessandra Galante Garrone nel 1994. Come attore ha lavorato, tra gli altri, con Federico Tiezzi, Alessandro Gassmann, Piero Maccarinelli, Antonio Taglioni, Marco Bernardi, Sandro Mabellini, Pino Quartullo, Walter Pagliaro, Jochen Dehn, Attilio Corsini. Ha lavorato anche all’estero in città quali Hamburg, Sarajevo e Wolfsegg am Hausruck. È docente presso la scuola Estroteatro di Trento. Da qualche anno affianca il lavoro di attore con quello di autore e regista con la Compagnia RAUMTRAUM, della quale è cofondatore insieme a Michele Vargiu e Sara Santolini, realizzando diversi spettacoli tra i quali “Giustizia e Libertà – della rocambolesca fuga dal confino di Carlo Rosselli ed Emilio Lussu” co-prodotto da Raumtraum e Aria Teatro con il patrocinio della Fondazione Rosselli e dei Circoli Fratelli Rosselli, “Don Chisciotte amore mio” di Angelo Tronca, “Sotto la stessa croce – Unter dem gleichen Kreuz”, testo commissionato per i 100 anni della Grande Guerra dal Teatro Comunale di Pergine e dal Consorzio Pasubio - Piccole Dolomiti, e “Nevrotici sessuali” co-prodotto da raumTraum e ariaTeatro.